Immobilquiz.it - il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare
il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare
Immobilquiz.it - il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare

Estimo

Ricarica la scheda
Estimo
Le Categorie degli immobili a destinazione ordinaria del gruppo A passeranno nel gruppo:
  • R: Unità immobiliari a destinazione abitativa di tipo privato e locali destinati a funzioni complementari;
  • T: Unità immobiliari a destinazione terziaria;
  • V: Unità immobiliari speciali per funzioni pubbliche o di interesse collettivo.
La classificazione non è stata fatta per le categorie comprese nei gruppi D ed E e non sarà fatta per i futuri gruppi V e Z, perché:
  • l'imponibile viene calcolato per classi e tariffe;
  • l'imponibile non viene calcolato per classi e tariffe, ma determinato per stima diretta;
  • perché tali categorie hanno una sola classe.
Il quadro di qualificazione e classificazione al Catasto dei fabbricati indica:
  • le categorie riscontrate nella zona censuaria e il numero delle classi in cui ciascuna categoria è stata divisa;
  • le qualità di coltura e il numero delle classi in cui ciascuna qualità è stata divisa;
  • le categorie riscontrate nella zona censuaria.
Le unità tipo di ciascuna categoria e classe di immobili servono come termini di confronto per l'operazione di:
  • classificazione;
  • classamento;
  • determinazione della tariffa.
La rendita catastale dei fabbricati rappresenta:
  • il reddito padronale lordo, riferito all'epoca censuaria fissata dalla legge;
  • il reddito medio annuo ordinario e attuale dell'unità immobiliare, al netto delle spese e al lordo delle imposte;
  • il reddito ordinario annuo mediamente ritraibile dall'unità immobiliare, al netto delle spese e al lordo delle imposte, riferito all'epoca censuaria fissata dalla legge.
Le tariffe al Catasto dei fabbricati sono:
  • le rendite catastali per unità di consistenza delle unità immobiliari delle varie categorie e classi;
  • le rendite catastali al vano utile delle unità immobiliari delle varie categorie e classi;
  • le rendite catastali delle unità tipo delle varie categorie e classi.
Per le categorie del gruppo A, l'unità di consistenza è attualmente:
  • il metro quadrato di superficie lorda;
  • il metro quadrato di superficie netta;
  • il vano utile.
Con la riforma del Catasto, la consistenza di tutte le unità immobiliari a destinazione ordinaria sarà espressa in:
  • metri cubi;
  • metri quadrati di superficie catastale;
  • metri quadrati di superficie utile.
Nel calcolo della superficie catastale delle unità immobiliari, saranno computate anche le murature interne e quelle perimetrali?
  • No, solamente la superficie utile.
  • No, la superficie occupata dai muri sarà ragguagliata con opportuni coefficienti di riduzione.
  • Sì: per intero i muri interni e perimetrali fino ad un massimo di 50 cm, mentre i muri in comunione nella misura del 50%, fino ad un massimo di 25 cm.
Nel computo della superficie catastale dei locali principali e degli accessori, è importante considerare l'altezza utile interna?
  • Sì, perché i locali aventi altezza utile interna inferiore a 1,50 m non entrano nel calcolo.
  • Sì, ma solo per i locali accessori a servizio indiretto.
  • Sì, ma solo per i locali principali ed accessori a servizio diretto.
Correggi
Ricarica la scheda