Immobilquiz.it - il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare
il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare
Immobilquiz.it - il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare

Legislazione sulla mediazione

Ricarica la scheda
Legislazione sulla mediazione
L'emissione di un assegno a vuoto costituisce una causa ostativa per l'iscrizione presso la Camera di Commercio per l'esercizio dell'attività di mediazione?
  • Sì, se l'importo dell'assegno è superiore a 5.000.00 euro
  • Sì, sempre
  • No, in quanto il reato è stato depenalizzato
Il mediatore iscritto alla Camera di Commercio può prestare attività di lavoro subordinato?
  • Sì, ma solo se dipendente di azienda del settore privato
  • No, mai
  • Sì, ma solo presso imprese di mediazione
Quale dei seguenti delitti non consente lo svolgimento dell'attività di mediazione?
  • Ogni delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore nel minimo ai un anno e nel massimo a tre
  • Ogni delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore nel minimo a due anni e nel massimo a cinque
  • Ogni delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore nel minimo a tre anni e nel massimo di cinque
Un soggetto che cessa di svolgere l'attività di mediazione deve:
  • Richiedere di essere iscritto entro 90 giorni, a pena di decadenza, nell'apposita sezione del REA
  • Richiedere entro 30 giorni, a pena di decadenza, la cancellazione dalla posizione REA dell'impresa per cui è cessata l'attività
  • Richiedere la cancellazione entro 90 giorni, a pena di decadenza, dalla posizione REA dell'impresa per cui è cessata l'attività
L'attività di mediazione può essere iniziata:
  • Contestualmente alla presentazione della SCIA (segnalazione certificata di inizio dell'attività)
  • Decorsi almeno trenta giorni dalla presentazione della SCIA (segnalazione certificata di inizio dell'attività)
  • Nei trenta giorni precedenti alla presentazione della SCIA (segnalazione certificata di inizio dell'attività)
A quale organo il mediatore può proporre ricorso in caso di diniego del riconoscimento dei requisiti per lo svolgimento dell'attività di mediazione e di emissione del provvedimento di divieto di prosecuzione dell'attività?
  • Al Presidente della Camera di Commercio
  • Alla Giunta della Camera di Commercio
  • Al TAR
L'impresa che apre una unità locale in una provincia diversa da quella della sede legale per l'esercizio dell'attività di mediazione:
  • Presenta la SCIA al registro delle imprese ove è ubicata la sede legale
  • Presenta la SCIA al registro delle imprese ove è ubicata l'unità locale
  • Presenta la SCIA sia al registro delle imprese ove è ubicata la sede legale, sia al registro delle imprese ove è ubicata l'unità locale
Le informazioni relative ai compiti ed alle attività svolte dai soggetti operanti nella sede o u.l. dell'impresa di mediazione devono essere resi disponibili all'utenza:
  • Mediante pubblicazione nel registro delle imprese della provincia dove viene esercitata l'attività
  • Mediante l'esposizione nei locali ovvero con l'utilizzo di strumenti informatici
  • Attraverso il personale dell'impresa che svolge l'attività di mediazione immobiliare
I soggetti che cessano di svolgere l'attività all'interno di un'impresa esercente l'attività di mediazione richiedono, a pena di decadenza, di essere iscritti nell'apposita sezione del REA:
  • Entro 60 giorni
  • Entro 90 giorni
  • Entro 120 giorni
I soggetti iscritti nell'apposita sezione del REA che intendono avviare l'attività di mediazione:
  • Devono dimostrare il possesso dei requisiti compilando l'apposita sezione del modello denominata “requisiti”
  • Non devono mai dimostrare il possesso dei requisiti
  • Non devono dimostrare il possesso dei requisiti solo se avviano l'attività entro 30 giorni dall'iscrizione nel REA
Correggi
Ricarica la scheda