Immobilquiz.it - il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare
il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare
Immobilquiz.it - il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare

Estimo

Ricarica la scheda
Estimo
Quali sono le caratteristiche che deve avere un giudizio di stima?
  • Soggettività, fondatezza su dati di mercato, previsione probabilistica.
  • Soggettività, fondatezza su conoscenze tecniche, previsione probabilistica.
  • Obiettività, fondatezza su dati di mercato, previsione probabilistica.
Possono essere oggetto di stima:
  • Tutti i beni immobili e i diritti che li riguardano
  • Tutti i beni materiali, nonché i diritti e gli obblighi relativi ad essi;
  • Tutti i beni materiali e immateriali, nonché i diritti e gli obblighi relativi ad essi.
Quanti aspetti economici riconosce la dottrina estimativa?
  • Un solo aspetto economico.
  • Un numero limitato di aspetti economici.
  • Tanti aspetti economici quante sono le persone interessate ad un bene.
Il più probabile prezzo che, a giudizio del perito, il bene spunterebbe date le sue caratteristiche sul mercato che gli compete, corrisponde a:
  • Valore di mercato;
  • Valore di surrogazione;
  • Valore di trasformazione.
Se il bene oggetto di valutazione ha spiccate caratteristiche di individualità e viene meno la possibilità di confrontarlo con beni simili, come potrà risolversi la stima?
  • Correggendo il valore per la presenza di comodi o scomodi.
  • Apportando le aggiunte o detrazioni al valor capitale.
  • Ripiegando su un altro aspetto economico.
Quando oggetto della stima è un'entità astratta, il cui contenuto economico consiste nella capacità di fornire una serie di redditi o di causare una serie di perdite, quale aspetto economico si deve considerare?
  • Il valore di capitalizzazione.
  • II valore di mercato.
  • Il valore di trasformazione.
Che cosa si intende per costi diretti e costi indiretti?
  • I primi sono i mancati guadagni, i secondi i mancati redditi.
  • I primi sono quelli effettivamente sostenuti mentre i secondi sono i mancati redditi.
  • I primi sono riferiti al prodotto principale i secondi ai sottoprodotti.
Il valore di costo di produzione o di riproduzione è sempre riferito:
  • All'imprenditore concreto.
  • All'imprenditore affittuario, capitalista e lavoratore.
  • All'imprenditore puro.
Un bene esistente presenta sempre un certo grado di logorio e di vetustà, e spesso non può essere riprodotto perfettamente uguale; per stimarne il valore di costo di riproduzione, il perito dovrà allora rivolgersi ad un bene:
  • Tecnicamente uguale a quello oggetto di stima;
  • Simile o analogo a quello oggetto di stima;
  • Funzionalmente equivalente a quello oggetto si stima;
Nella stima di beni che non siano abitualmente oggetto di scambio né abbiano un'autonoma capacità di reddito, l'unico aspetto valutabile fra quelli sottoelencati è:
  • Il valore di costo di riproduzione;
  • Il valore di mercato;
  • Il valore di costo di produzione.
Correggi
Ricarica la scheda