Immobilquiz.it - il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare
il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare
Immobilquiz.it - il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare

Estimo

Ricarica la scheda
Estimo
In caso di sovrassicurazione non dovuta a comportamento doloso dell'assicurato, l'indennizzo sarà:
  • Pari al danno, come nell'assicurazione piena;
  • Proporzionale al valore assicurato;
  • Proporzionale al valore reale del bene al momento del sinistro.
Per l'applicazione della regola proporzionale di calcolo dell'indennizzo, quali sono le stime che il perito deve compiere?
  • La stima del valore del danno e la stima dell'indennizzo.
  • La stima del valore reale del bene al momento del sinistro e la stima del danno.
  • La stima del valore reale del bene al momento del sinistro e la stima dell'indennizzo.
Per uno stesso rischio, può un bene essere separatamente assicurato presso diversi assicuratori?
  • No, perché il risarcimento non può mai eccedere il valore del danno.
  • Sì, purché l'assicurato abbia interesse al risarcimento del danno.
  • Sì, purché ciascun assicuratore sia avvisato del fatto, pena l'invalidità dei contratti.
Se un bene è andato completamente distrutto, qual è l'aspetto economico che più generalmente viene preso in considerazione per la stima del danno?
  • Il valore di mercato.
  • Il valore di capitalizzazione.
  • Il valore di surrogazione.
Se un bene è stato distrutto solo parzialmente o guastato in modo irrimediabile, il danno corrisponderà al:
  • Valore complementare della parte perduta;
  • Valore di surrogazione della parte perduta;
  • Valore di mercato della parte rimasta.
L'ammontare di un danno costituito da lucro cessante corrisponderà al:
  • Valore di trasformazione del bene danneggiato;
  • Valore di capitalizzazione dei redditi mancati;
  • Valore di capitalizzazione dei redditi residui.
L'istituto giuridico dell'espropriazione è legittimato e regolato:
  • Dalla Carta costituzionale;
  • Dal codice civile;
  • Dalla Carta costituzionale, dal codice civile e da leggi speciali.
Quale è il presupposto fondamentale per attivare la procedura di espropriazione?
  • La dichiarazione di pubblica utilità dell'opera.
  • L'approvazione del progetto di un'opera da parte degli enti competenti.
  • L'entrata in vigore di una legge che prevede l'esecuzione dell'opera pubblica.
In caso di espropriazione parziale di un fondo, l'opera di pubblica utilità è sempre causa di deprezzamento della parte residua?
  • Sì, perché c'è comunque sempre una perdita di superficie.
  • No, in alcuni casi la realizzazione dell'opera di pubblica utilità può arrecare un vantaggio alla parte residua del fondo.
  • Sì, perché il proprietario non è libero di disporre del proprio bene.
In che cosa consiste il vantaggio che può essere arrecato dall'opera di pubblica utilità ad un fondo parzialmente espropriato?
  • In un incremento di valore fondiario della parte espropriata.
  • Nella diminuzione dei danni periodici alla parte residua.
  • In un incremento di valore fondiario della parte residua.
Correggi
Ricarica la scheda