Immobilquiz.it - il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare
il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare
Immobilquiz.it - il primo portale con tutti i quiz per l'esame da agente immobiliare

Estimo

Ricarica la scheda
Estimo
La determinazione dei millesimi di proprietà in un condominio in base ai valori monetari è difficilmente applicabile:
  • Agli edifici di vecchia costruzione;
  • Agli edifici costituiti da unità con destinazioni d'uso diverse;
  • Agli edifici ristrutturati.
La grandezza fisica più comunemente usata per determinare i millesimi di proprietà in un condominio è:
  • La superficie di ciascuna unità;
  • Il reddito imponibile catastale di ciascuna unità.
  • La cubatura vuoto per pieno di ciascuna unità.
Le superfici delle unità immobiliari di un condominio, rese omogenee ed equivalenti con coefficienti di correzione, sono dette:
  • Superfici commerciali;
  • Superfici convenzionali
  • Superfici virtuali;
Perché, nella determinazione dei millesimi di proprietà generale in un condominio, si deve utilizzare la superficie virtuale delle varie unità in luogo di quella utile?
  • Perché la superficie utile non tiene conto del diverso grado di apprezzamento del mercato e quindi non è proporzionale al valore
  • Perché la superficie virtuale è proporzionale al valore condominiale, essendo stata resa omogenea ed equivalente.
  • Perché i criteri di misurazione della superficie utile variano da località a località.
In che cosa consiste la fase più propriamente estimativa nell'operazione di determinazione dei millesimi di proprietà in un condominio?
  • Nella ripartizione del valore totale del condominio fra le varie unità.
  • Nella scelta dei coefficienti correttivi che, applicati alle superfici reali, le trasformano in virtuali.
  • Nel calcolo delle superfici virtuali di ciascuna unità condominiale.
Ogni unità condominiale è composta da spazi chiusi (vani principali, vani accessori diretti e vani accessori complementari) e da pertinenze scoperte. Come si applicano i coefficienti correttivi?
  • Si applicano senza distinzione fra vani principali e vani accessori.
  • Si applicano soltanto agli spazi chiusi e alle pertinenze scoperte.
  • Alcune correzioni vanno fatte alle superfici reali delle singole componenti, per tener conto delle loro peculiarità, altre al loro totale, per tenere conto dei caratteri dell'unità vista nel suo complesso.
I coefficienti di destinazione funzionale, prospicienza, orientamento, luminosità, servitù da rumore, forma e funzionalità dei vani, si applicano:
  • Separatamente ad ogni componente dell'unità condominiale;
  • Al totale della superficie corretta dei vani principali ed accessori diretti;
  • Al totale della superficie corretta dei vani accessori diretti e delle pertinenze.
La superficie dei vani accessori complementari e quella delle pertinenze esterne si considera già definitivamente corretta e resa virtuale con l'applicazione dei coefficienti di:
  • Destinazione funzionale;
  • Prospicienza ed orientamento;
  • Livello di piano.
L'orientamento generalmente più apprezzato per i vani principali di un'unità immobiliare è quello verso:
  • Sud, con possibili eccezioni per le località più calde dell'Italia meridionale;
  • Sud-Est o Nord-Ovest;
  • Est o Ovest.
Il livello di piano al quale si trovano le unità di un condominio, è un dato da prendere in considerazione nella determinazione dei millesimi di proprietà?
  • Sì, poiché sono generalmente preferiti i piani alti e in particolare l'ultimo, purché l'edificio sia provvisto di ascensore.
  • Sì, poiché in ogni caso sono più quotati i piani bassi.
  • No, poiché esso è ininfluente.
Correggi
Ricarica la scheda